Guidare con i tacchi? Si può, ma attente all’assicurazione!

0

Sono molte le donne che, prima di mettersi al volante, si pongono la fatidica domanda: potrò guidare con i tacchi oppure se mi fermano rischio di prendere una bella multa? Questa è una di quelle domande che trovano le più svariate risposte: c’è chi sostiene che non si possa guidare a piedi nudi o con determinati tipi di scarpe, chi pensa che siano solamente le infradito a creare problemi in caso di controlli e chi invece afferma che si possa guidare con qualsiasi tipo di calzatura. Chiedere a parenti e amici, quindi, il più delle volte crea ancora più confusione. Ma cosa dice il Codice della Strada in merito a questa questione? Con quali scarpe si può guidare nel pieno rispetto della legge e in quali casi si rischia una multa? Facciamo chiarezza una volta per tutte. 

Guidare con i tacchi: il Codice della Strada non lo vieta

Per spiegare bene la questione e capire come mai ognuno ha una propria idea in merito a questo discorso dobbiamo rifarci a quanto prescrive il Codice della Strada che da questo punto di vista è stato aggiornato diversi anni fa. Se un tempo era vietato mettersi alla guida con alcune calzature che erano considerate a rischio (e in questo caso parliamo delle infradito e di tutte le scarpe aperte), oggi non è più così quindi non ha nemmeno senso chiedersi se sia lecito guidare con i tacchi o meno. Secondo il Codice della Strada, è possibile guidare con qualsiasi tipo di calzatura, a patto che non sia oggetto di rischio per il guidatore.

In sostanza quindi, il Codice della Strada non impedisce di guidare con i tacchi: se una donna viene fermata per un controllo su strada e viene trovata a guidare con i tacchi, non rischia proprio nulla perchè le autorità non possono dare una multa o altre contravvenzioni in questo caso. Lo stesso discorso, lo avevamo già visto, vale oggi anche per i sandali e le infradito. 

Guidare con i tacchi: in caso di incidente l’assicurazione non paga

Il problema della guida con i tacchi, che abbiamo visto essere lecita dal punto di vista legale, subentra però in caso di incidente e potrebbe essere l’assicurazione a crearvi dei gran grattacapi. Se infatti ci si ritrova coinvolti in un sinistro e si stava guidando con i tacchi, la compagnia assicuratrice potrebbe ritenere questo comportamento come possibilmente a rischio e potrebbe non accettare il risarcimento completo del danno. In poche parole, se guidare con i tacchi è consentito, forse non è poi così conveniente. Non si rischiano multe, ma in caso d’incidente si rischia di passare per “colpevoli” in quanto la guida con questo tipo di scarpe potrebbe risultare rischiosa. 

Certo, in questi casi si potrebbe fare ricorso con l’assicurazione ma sappiamo tutti che spesso e volentieri non si tratta di una manovra molto vantaggiosa. Forse, a questo punto, conviene portare sempre con sé delle calzature di ricambio in modo da guidare in tutta sicurezza.

Share.