Riscatto Polizza Vita: come funziona e perchè fare attenzione

0

Abbiamo già visto come funziona l’assicurazione vita, che prevede il pagamento di un premio per un determinato periodo di tempo e fornisce una tutela in caso di morte o di disabilità permanente. Ogni polizza ha delle proprie condizioni, quindi bisogna sicuramente prestare attenzione nel momento in cui si sottoscrive il contratto e verificare che le tempistiche indicate, che l’importo del premio e via dicendo siano effettivamente vantaggiosi per l’assicurato. Su questo punto, se ci affidiamo a delle compagnie di assicurazioni verificate ed autorizzate dall’IVASS possiamo stare effettivamente tranquilli, ma per quanto riguarda la questione del riscatto polizza vita la questione è un po’ diversa. Ogni compagnia infatti prevede la possibilità da parte dell’assicurato di riscattare la propria polizza, ossia di rescindere il contratto prima della scadenza prevista ed ottenere naturalmente un risarcimento della somma versata fino a quel momento.

A ben vedere, però, su questo punto le cose possono mettersi in modo un po’ complicato: riscattare la polizza vita infatti non è sempre facilissimo e soprattutto conveniente. Ecco cosa bisogna sapere e a quali fattori prestare attenzione per evitare brutte sorprese.

Riscatto polizza vita con piano di accumulo

Quando si intende ottenere il riscatto di una polizza vita con piano di accumulo, che è la forma più diffusa di assicurazione sulla vita, bisogna prestare molta attenzione alle clausole del contratto. La maggior parte delle assicurazioni sulla vita con piano di accumulo infatti prevedono il versamento obbligatorio dei primi 3 anni, i quali non vengono rimborsati e rimangono quindi a puro beneficio della compagnia. In sostanza quindi, se avete sottoscritto la vostra polizza vita 3 anni fa, non avete diritto ad alcuna somma da parte della compagnia e questo è scritto a chiare lettere nel contratto. E’ naturale quindi che riscattare la polizza entro i primi 3 anni non avrebbe alcun senso, visto che fondamentalmente non potreste avere indietro nessuna somma da voi versata!

Generalmente le compagnie di assicurazione vi informano se inviate la richiesta di riscatto entro i primi 3 anni, ma prima di avviare procedure controllate bene il contratto perchè rischiereste di regalare 3 anni di versamenti alla compagnia e ritrovarvi con una bruttissima sorpresa.

Riscatto polizza vita: come calcolare il rimborso

Se sono già trascorsi 3 anni dalla sottoscrizione della vostra polizza vita e volete procedere al riscatto, potete farlo senza alcun tipo di problema ma anche in questo caso vi conviene prima di tutto calcolare la quota che vi spetterebbe. Non sempre infatti la risoluzione anticipata del contratto assicura dei vantaggi, anche perchè parte dei premi che avete versato sarà trattenuta dalla compagnia assicurativa!

Per calcolare la somma che vi spetta richiedendo il riscatto polizza vita vi basta fare la somma dei premi che avete versato e detrarre da questa la percentuale prevista nel contratto, che generalmente cala con l’avvicinarsi alla data di scadenza.

Share.