Controlli con telecamere per l’Rc Auto: ecco come funzionano

0

Arrivano i controlli con telecamere per l’Rc Auto e in questo approfondimento spieghiamo come funzionano.

Come tutti sappiamo l’RC auto è un obbligo importantissimo per tutte le persone che guidano un mezzo di trasporto motorizzato a due o a quattro ruote.

Evadere questa polizza comporta conseguenze molto gravi per cui per mettersi al volante bisogna necessariamente possedere una polizza attiva.

Per fronteggiare il rischio dell’evasione di questa norma il Governo ha emanato una decisione molto importante che darà il via al controllo delle targhe in regola attraverso il sistema delle telecamere.

Ecco come funziona e cosa devi sapere.              

La decisione del Ministero

La decisione è stata presa dal Ministero dell’Interno che ha emanato il 3 luglio 2020 la circolare che autorizza l’uso delle telecamere nelle ZTL, ovvero le zone a traffico limitato con corsie riservate. Questa circolare riguarda anche gli autovelox fissi che, assieme alle telecamere di sorveglianza degli accessi, potranno controllare se i mezzi sono in regola con l’RC Auto.

La decisione prevede che l’accertamento verrà effettuato solo quando il veicolo dovesse essere sanzionato, per infrazioni controllate dal dispositivo preposto. Quindi se l’autovelox rileva l’eccesso di velocità questo potrà verificare anche la regolarità della polizza auto.

Perché questa norma?       

Effettivamente si tratta di un provvedimento davvero utile per tutti quegli automobilisti che si comportano in maniera regolamentare e civile in strada.

Trovarsi coinvolti in un sinistro con un veicolo che non sia assicurato è un vero e proprio incubo per chi lo subisce, come testimoniano i dati raccolti dall’ANIA, l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicurative. Secondo queta organizzazione nel 2018 i mezzi privi di assicurazione circolanti in strada erano stati quasi tre milioni. Il dato è allarmante ma leggermente in calo rispetto all’anno precedente.

Si tratta di un numero davvero elevato che ha sollevato numerose preoccupazioni soprattutto a seguito del Lockdown.

Si è trattato di un periodo che ha comportato proroghe, perdita di posti di lavoro e sconquassi all’economia. Per questo il numero di veicoli non assicurati potrebbe essere tornato a salire.

Cosa sono i controlli con telecamere per l’RC Auto?    

I controlli funzionano tramite l’utilizzo di telecamere preposte al controllo dell’accesso nelle Zone a traffico limitato e con gli autovelox.

Dal momento in cui l’automobilista commette una violazione potrà scattare il controllo automatico della copertura assicurativa. In questo modo si moltiplicano i rischi e le sanzioni in cui incorreranno gli automobilisti non in regola.

C’è anche un altro limite per il momento, ovvero la presenza delle forze dell’ordine preposte a tale controllo. Quindi di fatto il controllo è enormemente ridimensionato rispetto alle volontà del Ministero di adottare il pugno duro per i veicoli circolanti non assicurati.

Ricordiamo che un guidatore sprovvisto di copertura assicurativa va incontro ad una multa che va dagli 868 ai 3471 euro. A ciò si aggiunge il sequestro del mezzo con spese a proprio carico finché non verrà regolarizzata la polizza. Inoltre è prevista la decurtazione di cinque punti sulla patente ed un’ulteriore contravvenzione che va dagli 83 ai 333 euro.

Share.