Guida alla nuova Carta Verde RC auto

0

A partire dallo scorso 1 luglio 2020 è entrata in vigore la nuova Carta Verde RC Auto.

Si tratta del certificato internazionale di assicurazione che consente di mantenere le stesse garanzie della propria polizza anche quando viaggi all’estero, in determinati Paesi Extra UE.

La nuova Carta Verde RC Auto viene inviata per mail e deve rigorosamente essere stampata su un foglio bianco A4.

Eccoti la nostra guida alla Carta Verde RC Auto con tutte le informazioni che devi conoscere.

Carta Verde: cos’è e a cosa serve?          

La carta verde per l’RC Auto esiste da oltre cinquant’anni in realtà ed è sempre stata necessaria per poter guidare all’estero.

Con una serie di accordi internazionali tra i paesi SEE, ovvero quelli dell’UE oltre a Islanda, Liechtenstein,  Norvegia, Serbia, Svizzera e Andorra, il veicolo è assicurato automaticamente in tutti i Paesi aderenti all’accordo.

Quindi la Carta Verde serve per circolare in Albania, Bielorussia, Bosnia, Iran, Israele, Macedonia, Marocco, Moldavia, Russia, Montenegro, Tunisia, Turchia e Ucraina.

Non tutte le compagnie assicurative coprono per questo tipo di esigenza, soprattutto in alcuni dei suddetti paesi.

In ogni caso i Paesi in cui la copertura è valida devono essere espressi sulla stessa Carta Verde.

Tutte le novità della Carta Verde 2020    

Prima dei cambiamenti di cui ti parliamo oggi la Carta Verde era stampata su un cartoncino colorato, da cui proviene il nome.

Adesso le cose sono cambiate perché questo certificato internazionale può essere facilmente trasmesso via mail e stampato in bianco e nero su un normale foglio A4.

Nel nuovo formato in vigore dal 1 luglio 2020 non sono indicati tutti i Paesi per cui è valido. L’Italia aderisce tramite l’UCI e per visionare gli stati occorre cliccare sul sito www.cobx.org.

I certificati rilasciati prima del vecchio formato sono validi fino alla loro naturale scadenza e, quindi, alla richiesta della nuova Carta Verde l’automobilista riceverà il nuovo formato.

Informazioni utili

È importante controllare presso la propria compagnia assicurativa quali sono le condizioni assicurative per spostarsi in auto all’estero, nei Paesi extra UE.

Lo stesso vale per i Paesi dell’Unione che potrebbero avere norme locali specifiche sul transito di auto estere.

In ogni caso anche se la trasmissione di questo documento avviene telematicamente, ovvero via mail, è sempre obbligatorio stamparla e tenerla a portata di mano in caso di controlli.

Questo documento non è ancora del tutto digitalizzato, soprattutto perché presenta differenze tra Paese e Paese.

Per questo è obbligatorio circolare all’estero con la copia cartacea stampata su una sola facciata.

Share.