Assicurazione terremoto: come funziona e quanto costa

0

In questo periodo, a pochi giorni dal terribile terremoto che ha colpito le Marche e ha lasciato tutta l’Italia con un senso di desolazione e tristezza, viene spontaneo chiedersi se non sia il caso di tutelare la propria casa da eventuali eventi naturali inattesi e imprevedibili come appunto i terremoti. Se nel 2012 il Governo Monti aveva avanzato la proposta di rendere obbligatoria l’assicurazione terremoti per tutte le abitazioni private, questa non è mai andata in porto ed è stata ritirata quindi ad oggi si è ancora del tutto liberi di scegliere se stipulare questa polizza oppure no. Il problema è che in Italia il rischio sismico è molto elevato ma solamente l’1% degli immobili risulta coperto da un’assicurazione terremoto e questo è un dato piuttosto allarmante, soprattutto alla luce degli ultimi eventi verificatisi nelle Marche. Oggi vediamo più da vicino come funziona l’assicurazione terremoto, cosa copre e quanto costa stipulare questo tipo di polizza.

Assicurazione terremoto: coperture e tutele

L’assicurazione terremoto, spesso inclusa come polizza facoltativa nel pacchetto dell’assicurazione casa, copre tutti i danni causati dal sisma: le spese per la riparazione, la demolizione e la ricostruzione della casa sono tutte in capo alla compagnia assicuratrice. Allo stesso modo, nelle polizze terremoto più complete, vengono risarcite anche tutte le spese medico-sanitarie dell’assicurato e dei familiari che si trovavano nell’abitazione al momento del sisma ed eventuali mobili, elettrodomestici e quant’altro si trovasse all’interno della casa colpita dal terremoto. In caso quindi si verificasse un sisma di grande entità, l’assicurato non deve preoccuparsi di nulla in quanto penserà l’assicurazione a risarcire tutti i danni e coprire le spese per la ricostruzione di tutta la casa.

Assicurazione terremoto: quali sono i costi?

I costi relativi all’assicurazione terremoto sono variabili e dipendono da diversi fattori, soprattutto dalle dimensioni dell’immobile calcolata in metri quadri e dal livello di rischio sismico della zona in cui si vive. Generalmente, per assicurare una casa di 100 mq, il premio annuo da pagare va dai 250 ai 500 euro: naturalmente più la zona in cui si vive è rischiosa dal punto di vista sismico e più il prezzo da pagare per l’assicurazione terremoto è alto.

Assicurazione terremoto: quando conviene?

Purtroppo in Italia il rischio sismico è piuttosto elevato, anche se questo discorso non vale per tutte le regioni: quando ci si trova a vivere in una zona rischiosa da questo punto di vista conviene sempre stipulare un’assicurazione terremoto perchè fornisce un livello di tutela davvero importante. Anche se si tende sempre a pensare “Vuoi che accada proprio nel mio paese?” è bene riflettere su questa possibilità, perchè una volta che il terremoto colpisce ci si ritrova davvero persi, senza un tetto e con una montagna di debiti in molti casi. Assicurare la propria casa dal rischio di terremoto nelle zone sismiche conviene sempre e, forse, sarebbe anche il caso di rendere questa possibilità un vero e proprio obbligo.

Share.