Assicurazione smartphone, come funziona e quale scegliere

0

Hai acquistato un nuovo smartphone e, dopo tante esperienze negative di furto o danneggiamento sei intenzionato ad assicurarlo? Sicuramente hai preso un’ottima decisione e, come te, tante altre persone ogni giorno decidono di assicurare il proprio smartphone per coprire i danni da furto o danneggiamento accidentale che si possono verificare in maniera del tutto imprevista.

Come funziona un’assicurazione per smartphone?

Di solito al momento dell’acquisto di uno smartphone è il rivenditore stesso a proporre una formula assicurativa che protegga il dispositivo da ogni evenienza. Tuttavia sono le stesse case di produzione che prevedono formule che non coprono tutti i danni possibili, specialmente quando questi sono causati dallo stesso proprietario. Per questo prima di attivarle conviene informarsi su quali sono le specifiche condizioni contrattuali e valutare la formula migliore anche se questo lo saprai già. Ci sono formule molto interessanti che possono essere affiancate alla Garanzia Legale o alle polizze di base come per esempio Apple Care o la Kasko Full di Vodafone e che servono proprio a coprire ogni possibile evenienza.

Quali sono le coperture delle assicurazioni per smartphone?

Queste polizze coprono solitamente il guasto, il furto ma anche il non funzionamento della linea telefonica e le problematiche collegate alle conseguenze di un aggiornamento che peggiora le prestazioni dello smartphone. Il tipo di garanzie incluse, lo ribadiamo, dipende sempre dal gestore a cui ci si affida. In ogni caso le assicurazioni per smartphone sono chiamate generalmente Kasko e le più convenienti ci mettono in condizione di poter ricomprare un nuovo smartphone nei casi più sfortunati e imprevisti, quando è impossibile procedere ad una riparazione. È da questo che dipende il costo della polizza o meglio, dipende dal valore del telefonino da assicurare. Diciamo che per un modello semplice potrai spendere circa 20 o 30 euro all’anno e che sei coperto per rottura e danni accidentali. Con un modello più costoso, come un iPhone da oltre 1000,00€ di valore, le assicurazioni per smartphone arrivano a costare anche 200,00€ all’anno. Per questo possiamo dire che il costo di un’assicurazione per smartphone equivale al 10% del valore d’acquisto del dispositivo assicurato. Conviene?

Perché attivare un’assicurazione per smartphone?

La convenienza di queste polizze dipende quasi ed esclusivamente da quanto spendi per il tuo smartphone e dal tipo di utilizzo che ne fai. In pratica spendere 100 euro all’anno per uno smartphone che ne vale 1000,00€ può essere un buon investimento se conduci una vita che “mette a rischio” il tuo dispositivo. Se hai acquistato uno smartphone dal valore al di sotto di 200,00€, invece, conviene affidarsi a formule più economiche che proteggano dal furto o dal guasto irreparabile. Dopotutto questi dispositivi sono fragili e complessi e basta poco per comprometterne il funzionamento. D’altro canto sono anche oggetti della nostra quotidianità che sono diventati indispensabili e di cui, purtroppo o per fortuna, non possiamo fare a meno. Le migliori polizze assicurative per smartphone, quindi, sono quelle che con una spesa annua pari al 10-15% del costo del dispositivo coprono tutte le eventualità e gli imprevisti.

Share.