Codice della Strada

Graffi al parabrezza auto: una guida utile per chi vuole risparmiare

Graffi al parabrezza auto: che seccatura, vero? Se dai un’occhiata online potrai trovare centinaia di tutorial su come rimuovere graffi […]

Graffi al parabrezza auto: che seccatura, vero? Se dai un’occhiata online potrai trovare centinaia di tutorial su come rimuovere graffi superficiali sul parabrezza con il fai da te.

Difatti devi sapere che esistono un sacco di prodotti come stucco, vernice o pasta abrasiva che ti permettono di rimuovere i graffi superficiali sia dai vetri che dalla carrozzeria, risparmiando i soldi che spenderesti dal carrozziere.

In alcuni casi puoi evitare di rivolgerti al carrozziere

Il punto è che talvolta prendersi cura dell’auto può diventare una spesa piuttosto “ingombrante”, soprattutto se questa coincide con bollo, assicurazione e altre spese. Un piccolo graffio al parabrezza può sempre capitare ma per evitare questi spiacevoli incidenti ti suggeriamo di coprire l’auto con un telo apposito e di lasciarla parcheggiata, per quanto possibile, in luoghi custoditi o sicuri.

Certo è che prima di trovare il prodotto “miracoloso” giusto magari potresti doverne provare parecchi perché, dopotutto, il mercato ne offre fin troppi che non funzionano. Il punto è che per i graffi profondi e per le crepe pericolose è sempre raccomandata una visita dal carrozziere ma, per i segni superficiali, potresti provare le resine che tengono incollata la crepa superficiale e che miglioreranno la visibilità durante la guida.

Scegli la pasta a base di ossido di cerio

Se hai notato un graffio e vuoi evitare il carrozziere ti consigliamo di rivolgerti ad un negozio specializzato, richiedendo paste abrasive o resine a base di ossido di cerio, ad oggi considerato uno dei migliori materiali per prenderti cura del parabrezza. Per usarlo dovrai pulire la superficie da trattare, così che la resina agisca in profondità e in modo duraturo.

Posizionando la pasta sul cristallo, proprio in corrispondenza dei graffi, questa penetrerà colmando il vuoto creato dall’abrasione. A questo punto dovrai strofinare la superficie trattata con un panno pulito in cotone e lucidare il vetro.

In breve tempo vedrai che il graffio sarà sparito come per magia! Non appena avrai rimosso la pasta abrasiva in eccesso, quindi, il danno sarà notevolmente attenuato e, nel caso in cui questo è minimo, sparirà completamente!

Graffi al parabrezza auto: occhio alle sanzioni

Ti ricordiamo, tuttavia, che questo metodo è indicato solamente per i graffi superficiali, ovvero per piccole scalfiture che non compromettono la tua sicurezza alla guida. Nel caso in cui la crepa fosse più profonda, invece, dovrai necessariamente rivolgerti ad un’officina specializzata.

Sarà il professionista a indicarti se è preferibile procedere con la pasta abrasiva o se è il caso di sostituire il cristallo. Eventualmente potresti valutare la sostituzione tramite la copertura della tua polizza auto se questa lo prevede.

Se circolassi con il parabrezza vistosamente danneggiato potresti incorrere in una sanzione piuttosto salata. Il Codice della Strada, infatti, vieta la circolazione con il parabrezza rotto perché questo costituisce un pericolo per te e per gli altri. Oltre a limitare la visibilità potrebbe rompersi da un momento all’altro, rivelandosi così estremamente pericoloso.  

Pensa alla polizza auto!

Per la precisione la sanzione può avere un costo che si aggira tra gli ottanta ed i centoventi euro e aumenta in base alla circolazione su strade urbane o extra-urbane. In alcuni casi più gravi, invece, il parabrezza danneggiato potrebbe causare anche la decurtazione di due punti della patente.

Per questo faresti meglio a rivolgerti il prima possibile al tuo carrozziere di fiducia e, la prossima volta che rinnoverai l’assicurazione ricorda di attivare una copertura su questo genere di danni così che tu sia coperto per qualsiasi evenienza.