Quando cambiare il filtro dell’olio del motore?

0

Quando cambiare il filtro dell’olio del motore? A cosa serve? La risposta sintetica è che il filtro va cambiato ad ogni cambio di olio, approssimativamente ogni quindicimila chilometri. Tuttavia la risposta alla nostra domanda iniziale è molto più articolata per cui, se vuoi capire meglio questo argomento, mettiti comodo e dedicaci due minuti di lettura.

An auto mechanic shows an old, dirty oil filter just removed from a car during general maintenance

Cos’è il filtro dell’olio del motore?        

Per chi non è pratico di motori ma desidera prendersi cura della propria auto nel giusto modo questa è la guida perfetta. Il punto è che per far durare l’auto a lungo il filtro dell’olio è fondamentale e, quindi, bisogna conoscerlo oltre a sapere quando cambiarlo. Non ci dilungheremo in tecnicismi e definizioni tecniche ma proveremo a spiegarti il funzionamento di questa componente fondamentale del motore in parole semplici.

L’olio nel motore serve a lubrificarlo, raffreddarlo e a mantenerlo pulito.Quando il motore è in funzione produce piccolissimi pezzetti metallici per usura e sfregamento delle sue componenti. I residui prodotti possono riguardare anche la combustione nelle auto nuove che, senza l’olio, andrebbero ad inceppare tutto il funzionamento.

Difatti l’olio raccoglie tutti questi scarti e li fa depositare nella coppa. Con il passare del tempo questi piccoli materiali possono danneggiare il motore se non ce ne prendiamo cura cambiando il filtro. Esso serve a trattenere tutti i depositi presenti nell’olio dopo che questo è stato pescato dalla pompa nella coppa e ancora prima di arrivare al motore.

Fin qui tutto chiaro, vero?

A cosa serve?

Quindi il filtro dell’olio del motore ha un ruolo fondamentale perché protegge il cuore dell’auto. Come lo fa? Evitando la corrosione delle superfici metalliche e lo sfregamento delle parti meccaniche. Inoltre raffredda il motore e lo ripulisce dai depositi evitando la formazione di residui.          

Tipi di filtro

Hai mai visto la forma del filtro della tua auto? Forse è dotata di filtro meccanico perché è quello più diffuso in assoluto. Questa tipologia di filtro trattiene le impurità grazie ad una carta speciale che può essere semplice o corredata da metallo.

Un altro tipo di filtro è quello a immersione che si caratterizza per una parte filtrante a forma di bicchiere che viene fissato direttamente sul blocco motore. Di solito è venduto con la guarnizione ad anello in dotazione che va sostituita a quella vecchia.

Infine esiste il filtro metallico, caratterizzato da piccole aree all’interno di una cartuccia in acciaio e che si avvita direttamente sul blocco motore.Conoscere il tipo di filtro sulla propria auto è utilissimo, soprattutto se è arrivato il momento di cambiarlo e vuoi acquistarlo a parte, risparmiando qualche euro.

Quando cambiare il filtro dell’olio del motore?

Quando il filtro si intasa l’olio non passa attraverso la membrana e, quindi si accumulano detriti. Il blocco dell’olio può essere anche causato da una temperatura troppo bassa che rende l’olio denso e che, quindi, non riesce a passare attraverso il filtro.

I filtri sono pensati per non lasciare mai il motore senza olio attraverso una valvola di sicurezza e ad una molla tarata. Tuttavia quando non pratichi una corretta manutenzione arriverà olio sporco al motore che lo danneggerà sicuramente.

Come anticipato all’inizio di questo breve articolo il filtro dell’olio va cambiato ogni volta che viene cambiato l’olio, ogni quindicimila chilometri percorsi dall’auto. Per il cambio evita di procedere in autonomia, specialmente se sei alle prime armi. Si tratta di un’operazione molto veloce ma che deve essere necessariamente eseguita da mani esperte.

Share.