Sanificazione auto: come e quando farla

0

La prima cosa che devi sapere in fatto di Sanificazione auto è che è un’operazione che non ha nulla a che vedere con la pulizia.

Difatti si tratta di un procedimento che previene qualsiasi rischio da contagio e che è mirato all’eliminazione totale di germi, batteri e funghi presenti in macchina.

Se hai deciso di saperne di più sulla sanificazione dell’auto ecco tutte le informazioni che potresti trovare utili.

Perché sanificare l’auto     

L’auto potrebbe essere un grande raccoglitore di sporcizia e, di questi tempi, sarebbe ideale pensare di sanificarla a fondo e di utilizzarla con tutte le precauzioni.

Innanzitutto ti consigliamo di avere sempre a portata di mano il gel per le mani e di non toccarti il viso o esporti a inutili rischi.

Per ciò che riguarda la sanificazione potrai procedere da solo o affidarti ad un professionista.

Posso sanificare l’auto da solo?    

Per sanificare tutto da solo ti serve sicuramente un vaporetto, che è l’attrezzo migliore per agire sulle tappezzerie e sui sedili.

Poi ti serviranno dei detergenti a base alcolica con i quali sanificherai le aree che tocchi quotidianamente.

Procedere da solo è sicuramente una scelta praticabile e meno dispendiosa ma ha anche i suoi svantaggi.

Difatti se ti affidassi ad un professionista potresti provare la sanificazione a ozono, una molecola naturalmente presente nell’aria che respiriamo.

Questa molecola ossida lo sporco a basse temperature e lo elimina in maniera duratura, per cui la macchina resta pulita più a lungo.

Inoltre l’ozono disinfetta qualsiasi batterio o spora senza l’impiego di detersivi chimici per cui è amico della tua salute e dell’ambiente.

Consigli per sanificare l’auto

Per sanificare l’auto occorre partire dai rivestimenti in tessuto che sono quelli con cui entriamo maggiormente in contatto durante la guida.

Tra questi menzioniamo il pomello di cambio, il volante, la portiera, il display di radio o navigatore, la plancia, le maniglie ecc.. per queste aree basta un panno in microfibra imbevuto di agente disinfettante a base alcolica. È preferibile scegliere un detergente la cui percentuale di alcol sia almeno del 70% per avere maggiori garanzie di pulito e igiene.

Ci sono anche prodotti igienizzanti a base di candeggina ed in modalità spray senza risciacquo ma alcuni potrebbero macchiare le parti lucide per cui suggeriamo sempre di utilizzare l’alcol che è sicuro, disinfetta e non macchia.

Per le altre componenti, come l’aria condizionata, suggeriamo di rivolgerci agli esperti. I condotti dell’aria potrebbero accumulare germi e spore e, quindi, occorre cambiare il filtro acquistandone uno a carbone attivo. Per ciò che riguarda la climatizzazione oggi ci sono sanificazioni a ozono a basse temperature che sono le più efficaci.

Sanificazione auto: sedili e altro

Per i sedili ci sono appositi saponi disinfettanti a base di alcol e bicarbonato che, tramite una spazzola, sollevano lo sporco e lo rimuovono efficacemente.

Chiaramente ci vuole un vaporetto e, quindi, potrebbe essere necessario far lavare gli interni da uno specialista.

Infine la tappezzeria, sempre tramite detergenti disinfettanti, è praticabile tramite acqua e sapone oppure usando il vaporetto.

Allo stesso modo è indispensabile il lavaggio della tappezzeria dell’auto, usando sempre dei detergenti classici per la pulizia per poi adoperare disinfettanti antibatterici o trattamenti al vapore. L’intervento può essere effettuato da soli, oppure rivolgendosi ad appositi centri che si occupano della pulizia e della sanificazione dell’auto.

Share.