Assicurazione viaggio: come e quando richiedere il risarcimento

0

Avete stipulato un’assicurazione viaggio prima di partire e si è rivelata un’ottima idea perchè quell’imprevisto che credevate impossibile si è verificato per davvero? Allora vi conviene sbrigarvi perchè ci sono delle tempistiche da rispettare per ottenere il risarcimento dalla compagnia assicuratrice e in molti casi si rischia di arrivare troppo tardi e perdere ciò a cui si aveva diritto! Come abbiamo già visto in un altro approfondimento, l’assicurazione viaggio può tornare utile in diverse occasioni: sia che si tratti di una vacanza con la famiglia che di una partenza per motivi di lavoro. Oggi vediamo quali sono le tempistiche che di norma vengono applicate dalle varie compagnie di assicurazioni viaggi per ottenere il risarcimento dei danni e come fare nel concreto e nelle varie situazioni per richiedere il rimborso.

Le tempistiche da rispettare per richiedere il risarcimento

Per quanto riguarda le tempistiche che devono essere rispettate in caso di imprevisto per richiedere il risarcimento dei danni all’assicurazione, va precisato che queste possono cambiare sensibilmente da una compagnia all’altra quindi vi conviene prima di tutto verificare le clausole del contratto che avete stipulato. In linea generale, però, non si ha mai molto tempo per procedere alla comunicazione presso l’agenzia quindi è sempre bene preoccuparsi di informare in modo tempestivo la propria assicurazione dell’accaduto.

Generalmente, bisogna avvisare la propria compagnia di assicurazione viaggio entro e non oltre le 24 ore dall’accaduto, sia nell’eventualità che si perda il volo sia in caso di incidente o imprevisto avvenuto nel corso del soggiorno. Per questo motivo, prima di partire, assicuratevi sempre di avere con voi il numero di telefono ed i recapiti della vostra agenzia, oltre che il contratto di assicurazione stipulato e tutta la relativa documentazione. In questo modo sarete certi di fare ogni cosa nel modo corretto e non correrete il rischio di trovarvi di fronte a spiacevoli situazioni, da dover gestire magari mentre siete all’estero o in vacanza.

Insieme alla documentazione, entro le 24 ore dovrete anche fornire tutta la documentazione che attesti il danno subito e adesso vedremo proprio cosa occorre presentare nelle diverse situazioni.

Documenti da inviare per motivi di salute

Se siete stati costretti ad annullare la partenza per motivi di salute, dovrete presentare (sempre entro 24 ore) il certificato medico indicante anche i giorni di prognosi oppure la documentazione relativa ad un eventuale ricovero presso una struttura sanitaria nei giorni in cui era prevista la partenza.

Il certificato medico o relativa documentazione sanitaria va presentata anche in caso di problemi di salute occorsi mentre eravate all’estero: generalmente tale documentazione può essere inviata via fax oppure via mail.

Documenti da inviare per smarrimento o furto

Se durante il vostro volo vengono smarriti i bagagli, dovrete inviare alla vostra agenzia la documentazione che vi verrà fornita dalla compagnia aerea, sempre con assoluta tempestività, mentre se siete vittime di scippi o furti dovete prima di tutto sporgere denuncia alle forse dell’ordine e poi inviare copia di tale denuncia alla vostra assicurazione.

Share.