Polizza Furto e Incendio: copertura e specifiche

0

Come abbiamo detto in un altro approfondimento, l’unica forma di assicurazione obbligatoria per legge è la polizza RCA, che copre i danni provocati a terzi in caso di sinistro. Tuttavia tutte le compagnie di assicurazioni auto online offrono una serie di garanzie extra per garantire una maggior copertura all’assicurato e permettergli di personalizzare la propria assicurazione in base alle proprie abitudini di guida e alle proprie esigenze specifiche.

Tra le polizze facoltative troviamo sempre la copertura furto e incendio: ma quali sono le tutele nel dettaglio comprese in questa polizza? Adesso le vedremo nello specifico, in modo da capire se effettivamente valga la pena aggiungere questa garanzia al pacchetto assicurativo o meno.

Polizza furto e incendio: copertura

La polizza furto e incendio copre i danni subiti dal veicolo in caso di furto o incendio dello stesso. Nello specifico:

  • La copertura contro il furto copre i danni conseguenti non solo al furto effettivo dell’auto ma anche ai tentativi di furto o di scasso: questo significa che il risarcimento non avviene esclusivamente in caso di furto vero e proprio ma anche nel caso in cui alcune parti del veicolo siano state danneggiate nel corso di un tentativo di scasso. La polizza copre anche il furto di eventuali parti del veicolo (come ad esempio i cerchioni, il volante, ecc.) ma non degli oggetti presenti al suo interno. 
  • La polizza contro l’incendio copre i danni causati all’auto non solo in caso di incendio vero e proprio ma anche in caso di eventi in generale legati al fuoco (scoppi, fulmini, surriscaldamento del motore, ecc.). Anche in questo caso, vengono risarciti i danni arrecati esclusivamente al veicolo e non agli oggetti presenti in esso.

Polizza furto e incendio: come calcolare il risarcimento

Per quanto riguarda il risarcimento da parte della compagnia di assicurazioni in caso di furto o incendio totale del veicolo, questo viene calcolato in base al valore di mercato dell’automobile nel momento in cui è stata assicurata e varia ad ogni rinnovo annuale della polizza. Naturalmente, vi è una distinzione tra distruzione e danneggiamento: se il veicolo risulta ancora intatto ma danneggiato la polizza risarcisce solamente il valore delle singole parti compromesse e non dell’intero mezzo.

Polizza furto e incendio: quando conviene

Essendo una copertura extra, la polizza furto e incendio può essere tranquillamente esclusa dall’assicurazione auto; è l’assicurato che deve considerare l’effettiva necessità di una copertura di questo tipo, in base al luogo in cui vive e al livello di rischio presente nella sua città. Non avere un posto auto coperto e sicuro in cui lasciare il veicolo sia durante la notte che durante il giorno, ad esempio, potrebbe essere un’ottimo motivo per stipulare una polizza aggiuntiva di questo tipo, mentre se l’automobile è nuova e si ha la possibilità di parcheggiarla sempre in luoghi sicuri si può anche pensare di omettere questa garanzia nella copertura assicurativa globale.

Share.