Verti, la ex Direct Line cambia volto e nome

0

Verti è la nuova compagnia assicurativa che prende il posto della nota Direct Line. Il passaggio è stato fortemente voluto per offrire ai clienti un servizio in tempo reale, sempre aggiornato e digitalizzato.

Se già in passato Direct Line aveva raggiunto risultati nazionali importanti al punto da detenere ottime quote settore motor, oggi con Verti si sale un ulteriore importante gradino: l’azienda detiene lo 2,7% delle quote di mercato e festeggia il primo anno di nascita con un bilancio estremamente positivo.

Le ragioni dei grandi cambiamenti di Direct Line

In un certo senso il cambiamento di Direct Line in Verti è il passaggio obbligato per diventare fruibile online e offrire la maggior innovazione digitale possibile. Cambiano il sito, i modelli, i modi di avvicinarsi al cliente e la qualità dei servizi assicurativi ne esce notevolmente migliorata.

L’azienda ha rimesso tutto in discussione, a partire dal logo, dai colori e dal tono di voce con cui si rivolge ai suoi clienti. La scelta è stata motivata dalla volontà di avvicinare i clienti a questioni complesse che non tutti conoscono. Il colore arancione, in questo senso, è stato scelto per trasmettere energia, nuove idee e vitalità.  

Un primo anno chiuso con successo

L’addio a Direct Line si è avuto a marzo del 2018 e ha sancito la chiusura definitiva del vecchio modello con l’iconico telefono rosso a ruote per presentarsi in una veste modernizzata e totalmente stravolta. Tutto è avvenuto grazie alla multinazionale di origine spagnola MAPFRE che ha assorbito Direct Line con il preciso obiettivo di renderla la compagnia assicurativa leader nel nostro paese.

Verti è sinonimo di innovazione, trasparenza e affidabilità grazie al nuovo sito web e ai servizi proposti tutti interamente digitalizzati. L’accelerazione decisa sui servizi web ha reso il passaggio per i già clienti semplice ed indolore, grazie anche alla sapienza di MAPFRE un gruppo internazionale che conta quasi quaranta milioni di clienti al mondo. Per le polizze già attive, difatti, è bastato semplicemente portarle a decorrenza e ricreare un nuovo piano.

Cosa è cambiato per i clienti?

La sede legale è stata mantenuta invariata così come le credenziali di accesso ai preesistenti servizi online. A oltre un anno dal grande passaggio i risultati acquisiti sono ben evidenti. La compagnia ha quindi brindato al suo primo compleanno con una quota di mercato pari al 2,7% delle assicurazioni motori su un mercato molto competitivo. I nuovi metodi Verti sono tutti focalizzati al futuro per diventare, come afferma anche il Ceo, Enrique Flores-Calderón, l’unico punto di riferimento in Italia sul mercato assicurativo digitale nel nostro Paese.

Share.

Leave A Reply