Assicurazione Barca Guida Assicurazioni

Assicurazione barca: tutto quello che c’è da sapere

Possedere una barca comporta a motore, proprio come avviene per gli altri mezzi di trasporto, l’obbligo di stipulare un’assicurazione specifica […]

Possedere una barca comporta a motore, proprio come avviene per gli altri mezzi di trasporto, l’obbligo di stipulare un’assicurazione specifica per la responsabilità civile verso terzi, che tutela l’assicurato coprendo eventuali danni che potrebbe arrecare a terzi con la propria imbarcazione. Stipulare una polizza RC specifica per poter utilizzare la barca è quindi obbligatorio ai sensi di legge, mentre tutte le altre coperture sono solo opzionali e possono essere aggiunte al pacchetto a discrezione del proprietario del veicolo. Oggi vediamo come funziona l’assicurazione barca: cosa copre, per quali imbarcazioni è obbligatorio stipulare una polizza di responsabilità civile e quali sono le coperture aggiuntive che possono tornare utili.

Assicurazione barca: Cosa copre la Rc obbligatoria

La polizza di responsabilità civile obbligatoria anche per le imbarcazioni copre tutti i danni che si possono arrecare con il proprio mezzo a persone o cose, indipendentemente da dove si trovi la barca (all’interno del porto o in mare aperto). Possedere una polizza di responsabilità civile è strettamente necessario per poter circolare con la propria imbarcazione, mentre le altre garanzie aggiuntive che le varie compagnie assicurative propongono sono facoltative e possono essere aggiunte al pacchetto come no.

In tutti i casi, l’assicurazione di responsabilità civile tutela da tutti i danni che si possono arrecare a terzi con la propria barca ed è quindi importantissima come forma di tutela, anche perchè si parla di cifre piuttosto importanti.

Su quali imbarcazioni è obbligatoria la Rc nautica

L’assicurazione di responsabilità civile è obbligatoria su qualsiasi imbarcazione provvista di motore, indipendentemente dalla potenza di questo. Anche le barche a vela quindi, se montano un qualsiasi tipo di motore, devono essere assicurate. Nello specifico, è bene tenere presente che anche un motore fuoribordo, un motore marino o il semplice motore utilizzato esclusivamente per le operazioni in porto comportano a tutti gli effetti l’obbligo di stipulare una polizza di responsabilità civile.

Assicurazione barca: le coperture aggiuntive

Oltre alla polizza RC obbligatoria, per tutelare la propria imbarcazione e la salute delle persone che trasporta esistono diverse coperture aggiuntive, che possono essere integrate nel pacchetto dell’assicurazione a fronte di un aumento del premio annuo:

  • Polizza ritiro, sospensione o perdita della patente nautica;
  • Copertura Responsabilità Civile dei trasportati di terzi;
  • Copertura Corpi e macchine;
  • Polizza assistenza e soccorso nautico;
  • Polizza di rischio gara e regata;
  • Polizza per cantieri e rimessaggi.

Oltre alle coperture aggiuntive, poi, è possibile stipulare assicurazioni barche specifiche per determinati settori come ad esempio le scuole di vela e gli istruttori o i broker e noleggiatori di imbarcazioni.

Assicurazione barca: a chi rivolgersi

Per stipulare un contratto di assicurazione barca è possibile rivolgersi anche alle assicurazioni online: le principali ancora non offrono questo servizio via web, ma ci sono diverse compagnie specializzate proprio nel settore nautico che sono molto affidabili ed efficienti.

Calcola subito il preventivo per l’assicurazione barca più conveniente!