Guida Assicurazioni

Ivass: cos’è e perché è importante conoscerlo

IVASS è l’acronimo di Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni ed è un’autorità amministrativa indipendente che vigila sulle compagne assicurative […]

IVASS è l’acronimo di Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni ed è un’autorità amministrativa indipendente che vigila sulle compagne assicurative e sugli intermediari italiani. Il fine di quest’organizzazione è quello di garantire il rispetto e la tutela del consumatore ed è il punto di riferimento di chi attiva una polizza o ha subito truffe. Oggi te lo presentiamo dandoti qualche cenno sulla sua storia, sulle sue caratteristiche e sulle sue funzioni.

La nascita dell’IVASS

Questa organizzazione nasce a seguito del Decreto Legge del 6 luglio 2012 n. 95 convertito in legge con la Spending Review del 7 agosto 2012 n.135. L’atto normativo sostituì l’ente che esisteva prima dell’IVASS che era conosciuto con il nome di ISVAP. La legge introdusse un nuovo modo di gestire la governance dell’autorità con l’obiettivo di integrare la vigilanza assicurativa e quella bancaria. Per questo l’Ivass è presieduta dal direttore generale della Banca d’Italia che attualmente è affidato a Daniele Franco. Per legge l’istituto opera nel rispetto dei principi di ogni PA che riguardano l’autonomia organizzativa, finanziaria e contabile. Al tempo stesso questo deve operare in regime di trasparenza ed economicità per garantire ai consumatori il buon funzionamento del sistema assicurativo italiano, così come la sua stabilità.

Le funzioni di IVASS

L’organigramma dell’IVASS è caratterizzato da un Presidente, un Consiglio ed un Direttorio Integrato di cui fanno parte il Governatore della Banca d’Italia e i consiglieri IVASS. Tra le funzioni di questa autorità, indicate dal Codice delle Assicurazioni private e dal D. Lgs. Del 7 settembre 2005 n. 209 ci sono funzioni di controllo, indirizzo e rilevazioni di dati. Nello specifico l’autorità controlla le imprese assicurative in termini di gestione finanziaria, contabile e tecnica oltre a vigilare sul rispetto delle leggi e dei regolamenti di settore. Esso rileva i dati che concorrono alla determinazione dei prezzi e raccoglie reclami, richieste di risarcimento e tutte le attività correlate al settore.

Le truffe assicurative

Con il web sono esplose le compagnie che offrivano attivazioni di polizze online e questo ha causato il rischio di truffe a cittadini non troppo consapevoli. In pratica dei sedicenti assicuratori invitavano persone ad attivare finte polizze via WhatsApp per poi intascarsi il premio e sparire nel nulla. Ivass ha dovuto combattere in prima linea questo grosso problema diffondendo tutte le accortezze da mettere in atto prima di attivare una qualsiasi polizza.

In pratica sul sito dell’IVASS è presente un Albo sul quale sono regolarmente iscritte tutte le compagnie affidabili ed in regola assieme agli intermediari. Se una compagnia che ti ha contattato non è presente su questo albo dovresti innanzitutto segnalarla all’IVASS e non prendere con essa alcun accordo. Solo le compagnie presenti sull’albo, infatti, possono erogare servizi assicurativi e questo è un ottimo strumento di difesa dalle truffe.

Purtroppo questo mercato truffaldino ha messo in cattiva luce le compagnie che operano regolarmente online e che sono in grado di fornire prezzi concorrenziali a causa dei ridotti costi di gestione a carico. Un’agenzia online non è per forza truffaldina se presenta l’iscrizione al registro delle imprese, figura nell’albo IVASS e mostra i recapiti aziendali ufficiali.